Come lo studio legale può scegliere i propri clienti?


Oggi è importante scegliere un target di clientela e la stessa deve essere basata sulle proprie capacità, su una formazione ad elevata specializzazione e al mercato

Gestire uno studio legale non è semplice, ma con gli strumenti giusti puoi migliorare la qualità del tuo lavoro.

Anni di studio, la laurea, l'esame di Stato, tanto tempo passato a collaborare per uno studio legale e poi finalmente sei riuscito ad aprire uno studio tutto tuo, ma riuscire ad acquisire una propria clientela non è semplice, ecco perché è bene mettere in atto un strategia che ti possa portare solo la tipologia di clienti a cui tu brami.

Studio legale: scegliere un target di clientela

Studio legale: scegliere un target di clientela

Sicuramente in un periodo di crisi come questo e con tanta concorrenza sul tavolo, parlare di attrarre a sé solo una tipologia di clienti e quindi in un certo senso sceglierli, può sembrare assurdo ma questa strategia può avere un senso ed evitarti inutili perdite di tempo.

Devi considerare che le persone di solito hanno molta più fiducia in un avvocato specializzato in un settore piuttosto che una sorta di tutto fare.

A questo punto diventa importante scegliere un target di clientela e la stessa deve essere basata sulle proprie capacità, su una formazione ad elevata specializzazione e al mercato. 

Analisi strategica del bacino d'utenza

Prima di scegliere il target di clientela è bene eseguire un'analisi strategica. La stessa è utile a capire in quali campi è possibile avere una clientela certa e selezionata.

L'analisi prevede che si debba considerare il bacino d'utenza in base all'ubicazione, quindi se si stratta di una zona in cui sono presenti molte aziende potrebbe essere utile specializzarsi in diritto commerciale e fallimentare.

Se invece si tratta di una zona ad alta densità abitativa si può pensare ad una specializzazione nelle questioni condominiali.

Un secondo elemento da valutare è il numero e la tipologia di professionisti già presenti nel settore.

Ovviamente è difficile che ci sia un settore scoperto, ma è impensabile che tutti si rechino presso lo stesso studio legale.

Inoltre è sempre possibile provare a cercare i punti deboli dello studio concorrente in modo da offrire un qualcosa in più che può fare la differenza. Una volta scelto il target dei propri clienti è necessario puntare su: formazione e comunicazione.

LEGGI ANCHE: Come trasformare le tue parole in soldi

La formazione dell'avvocato

La formazione è un nodo cruciale. Si esce dall'università con una conoscenza abbastanza generale del diritto e delle procedure, proprio per questo è richiesta la pratica forense, ma la stessa aiuta esclusivamente ad imparare come gestire le udienze, come lavorare, ma ancora non basta.

Se si decide di specializzarsi, ad esempio, in diritto commerciale e fallimentare, è bene iniziare a seguire master di primo e secondo livello nelle materie indicate, corsi di specializzazione volti ad approfondire le novità legislative, corsi di dottorato di ricerca.

Un avvocato non deve mai pensare di essere arrivato e non avere nulla da imparare, quindi devono esservi costanti corsi di aggiornalemto professionale. In questo modo è possibile porre le basi per una selezione della clientela.

Avere delle competenze certificate aiuterà i clienti potenziali a dirottarsi proprio verso il tuo studio legale.

Studio legale e comunicazione

Il secondo aspetto, come visto, riguarda la comunicazione. Se non si vuole restare nel generale, cioè se non si vuole semplicemente essere avvocati civilisti e penalisti e accettare tutti i clienti che arrivano, anche quelli che portano cause che fanno guadagnare ben poco, è necessario apparire in una o più materie correlate come specializzati, veri professionisti altamente qualificati.

Vuol dire che è necessario far conoscere alle persone le competenze acquisite. Ecco perché serve avere un blog o un sito internetin cui parlare dei temi legati a queste materie.

Un errore comune è aprire un blog o un sito e poi abbandonarlo al suo destino.

Pessima abitudine perché in questo modo non appare di alcuna utilità, anzi, se qualcuno approda al sito e lo trova abbandonato probabilmente inizierà già a non fidarsi dell'avvocato e nessuno si reca da un avvocato di cui non si fida. Il blog deve essere aggiornato in modo costante.

Blog studio legale: cosa puoi postare?

Blog studio legale: cosa puoi postare?

L'ideale sono gli articoli scritti di tuo pugno o con l'aiuto di ghost writer, uno scrittore fantasma, ma in questo secondo caso devi assolutamente controllare che l'articolo non contenga sciocchezze.

A questo punto potresti pensare: ma perché un cliente si accorge se in un articolo ci sono sciocchezze? Probabilmente no, ma come tu realizzi analisi strategiche che tengano in considerazione anche i concorrenti, lo stesso faranno gli avvocati di studi legali che si occupano del tuo settore.

Basterebbe un commento per farti perdere la reputazione che magari hai conquistato in anni di duro lavoro.

L'aiuto di un ghost writer può esserti utile perché nella maggior parte dei casi si tratta di professionisti che conoscono le regole SEO, cioè le regole per la ottimizzazione dei testi in modo che gli stessi possano posizionarsi bene sui motori di ricerca e portarti effettivamente visite.

Il ghost writer potrebbe essere laureato in giurisprudenza, ma anche in caso contrario, se è un vero professionista, sarà in grado di scrivere articoli con un buon profilo tecnico e senza errori. Poi ovviamente un controllo sui contenuti deve comunque essere fatto. Nulla deve essere lasciato al caso, la superficialità è sempre un errore.

Ti consiglio di scrivere articoli anche inerenti casi che tu stesso hai trattato, in questo modo la tua professionalità potrà emergere in maniera molto evidente.

A questo punto potresti pensare che scrivere articoli in modo costante ti porterà via troppo tempo. In questo caso devi sapere che puoi aiutarti anche con la condivisione di altri articoli.

Una cosa che ad esempio incuriosisce molto sono le sentenze della Corte di Cassazione, in particolare quelle che hanno dei contenuti insoliti.

In questo modo hai dei contenuti sempre aggiornati anche se non passi tutto il tempo a scrivere.

L'importanza dei social network per scegliere i clienti

Per una vera e propria selezione devi però anche fare attenzione ai social, se vuoi essere tu a scegliere i clienti, cioè a far in modo che solo determinati clienti ti contattino, la soluzione migliore è il profilo social.

Con questo potrai metterti in contatto solo con chi ti interessa e quindi selezionare un determinato tipo di persone, imprenditori, aziende che sono coinvolte nelle materie di tuo interesse.

Il profilo social deve essere collegato al sito o blog, in modo che gli articoli andranno in pubblicazione su entrambi i canali e aumenterai le potenzialità del sito. A questo punto con molta pazienza e tanto lavoro è probabile che arrivino presso il tuo studio solo i clienti che tu ritieni adatti al tuo target.

Insomma se tu mostri di avere particolare abilità nel trattare in modo esclusivo questioni inerenti il diritto commerciale, procedure fallimentari e simili, difficilmente busserà al tuo studio una signora che vuole divorziare dal marito.

Al contrario, se dimostri di occuparti in modo esclusivo di diritto di famiglia, canonico, ecclesiastico, difficilmente arriverà un imprenditore che ha problemi con un creditore.

LEGGI ANCHE: Marketing automatico: nuovi clienti per l'avvocato online

Fidelizzare i clienti con la giusta tattica

Ora non ti resta che fidelizzare i clienti, infatti, se basi il tuo business solo su clienti scelti da te, devi essere in grado anche di trattenerli in questo modo potrai avere un reddito costante.

Per fidelizzarli devi conoscere e rispondere allo loro esigenze e puoi farlo avendo cura di realizzare per ognuno di loro delle schede anagrafiche dettagliate che possono farti capire le reali esigenze del cliente.

Queste potranno essere utilizzate per inviare delle newsletter con contenuto personalizzato al fine di informare sull'attività dello studio legale o nuove possibilità offerte da riforme legislative. Ad esempio, se una legge consente di risparmiare imposte assumendo, puoi comunicarlo ai clienti imprenditori.

Per fare questo lavoro può aiutarti un software gestionale come Legaldesk.

L'uso di un software gestionale, come saprai, oggi è obbligatorio perché è l'unico modo che hai per compiere gli atti del processo telematico.

Infatti per accedere al sistema Polisweb è necessario avere una piattaforma che sia riconosciuta dal sistema, inserire le credenziali di accesso e quindi compiere i diversi atti.

Legaldesk ti offre qualcosa di più, infatti può essere considerato un vero e proprio ufficio telematico.

Attraverso la piattaforma potrai creare un'agenda che ti avviserà dei diversi impegni, che si tratti di una scadenza, un appuntamento, un'udienza.

Il gestionale consente di realizzare delle schede per i singoli clienti, in esse oltre ad inserire i dati anagrafici, numeri di telefono, indirizzo di posta elettronica ed eventuale PEC, potrai inserire anche un sunto dei lavori che hai svolto per lui.

Tutto questo ti aiuterà a concentrarti sul lavoro e sui clienti in modo da fidelizzarli. Legaldesk nonostante le tante funzioni è un gestionale semplice ed intuitivo da utilizzare.

Dalle ricerche eseguite è emerso che è in grado di far risparmiare ogni giorno 3 ore di lavoro che potrai sfruttare per coccolare i clienti da te scelti.

Per capire come funziona puoi scegliere la versione di prova gratuita per 7 giorni e solo successivamente procedere all'acquisto.

Avrai sempre al tuo fianco gli esperti Legaldesk per ogni dubbio e per sfruttare a pieno le potenzialità della piattaforma.

Matteo Migliore - Fondatore di LEGALDESK

Mettiti in contatto su LinkedIn

Cerchi PCT Enterprise?

Clicca su Mi piace!


Categoria

Marketing avvocato


ARTICOLI CONSIGLIATI


Scopri nel video come gestire al meglio il tuo studio legale

La registrazione è stata effettuata, a breve verrà verificata dallo staff.

Riceverai l'email di accesso da cui potrai scaricare LEGALDESK.

Ora verrai rediretto alla home page.