I 4 migliori social network per gli avvocati


Facebook è senza dubbio il più gettonato ma gli altri, come LinkedIn o Twitter? I video con YouTube? Tutti rafforzano la presenza online della professione forense, vediamo insieme come

Tempo di lettura: 13 minuti



É questa la domanda che ti stai ponendo se sei un professionista della legge e vuoi saperne di più su come essere presente online.

Facebook è senza dubbio il social più importante perché è accessibile sia dagli altri professionisti sia dai privati cittadini, ma essere sulla piattaforma di Zuckerberg non basta.

Essere online, oggi, non può ridursi alla presenza su un solo social con un profilo personale o con una pagina, ma vuol dire avere una vera e propria strategia che parte dalla capacità di offrire servizi efficienti e arriva ad una buona reputazione virtuale, visibile da quanti, in diversi modi, arrivano ad uno dei tuoi profili web.

La prima cosa che devi sapere è infatti che gli utenti possono 'raggiungerti' da diversi percorsi. Se un sito ben indicizzato ti consente di farti trovare da quegli utenti che stanno cercano soluzione al loro problema legale via Google, un social ti dà l'opportunità di auto-proporti.

Per ottenere risultati ottimali devi lavorare su entrambe i fronti e in maniera coerente e armonica.

In altre parole, quante più possibilità dai ai tuoi potenziali clienti di trovarti e conoscerti, tanto più avrai modo di entrare in contatto con loro e avviare una collaborazione professionale.

Ecco allora cosa devi sapere per essere online, quali social devi utilizzare e come puoi puoi sfruttare al massimo le potenzialità della rete per rendere la tua attività di avvocato più semplice per te e più gradita ai tuoi clienti.

Tutti i social devono portare al tuo sito

I 4 migliori social network per gli avvocati

I social devono essere il secondo passo della tua presenza online perché il primo deve essere la realizzazione del tuo personale sito web.

Il tuo sito è infatti il tuo biglietto da visita su cui avrai un controllo totale nonostante il passare degli anni.
Anche se può sembrare strano bisogna considerare che i social possono passare di moda

La storia del web, per quanto breve, ha dimostrato che alcune abitudini degli utenti possono cambiare rapidamente.

Lo stesso Facebook dopo una fase ascendente in cui è stato utilizzato anche come servizio di messaggistica istantanea, ha visto ridurre il numero di accessi per il sopraggiungere di WhatsApp.

Non è stato il primo cambiamento nella rete e non sarà l'ultimo per cui, se vuoi costruire la tua casa virtuale sulla roccia e non sulla sabbia, non puoi realizzarne le fondamenta su piatteforme che possono perdere la loro importanza da un momento all'altro, ma devi basarti su un contenitore di cui hai pieno dominio.

Ancora per quel che riguarda i social è necessario tener presente che, ognuno di essi ha le sue regole e può mutarle da un giorno all'altro. 

Se pensi ad esempio a Facebook ha delle restrizioni sulle sponsorizzazioni che possono considerarsi limitanti per un marketing efficace.

Questo significa adattarsi alle regole imposte dal social anche quando sono in contrasto con strategie di diffusione delle informazioni che hai in mente. 
Solo il tuo sito ti dà quindi l'opportunità di realizzare i contenuti che preferisci e di diffonderli nel modo che ritieni più opportuno. 

Ultimo aspetto, assolutamente non secondario riguarda la vita web dei contenuti.

Quando carichi un post su un social questo sarà visibile per un certo tempo dopo il quale, pur restando sulla piattaforma, sarà visibile solo con una faticosa ricerca da parte dell'utente.

I contenuti del sito web, finché attuali, saranno sempre indicizzati dal motore di ricerca. Questo vuol dire che se il tempo può rafforzare il valore di un tuo post sul sito, lo stesso tempo riduce invece l'accessibilità di un contenuto social.

Nel momento in cui il tuo sito web è pronto e carico di contenuti puoi pensare alla tua presenza sui social.

LEGGI ANCHE: Il sito Internet per avvocati è inutile, se non sai come farlo

Avvocati e Facebook

La tua presenza su questo social non può essere in discussione. Attualmente è il più utilizzato e i tuoi clienti, prima di rivolgersi a te andranno sicuramente a vedere 'chi sei' e che fai nella tua vita.

Per questa ragione dovrai avere una pagina professionale su cui carichi i contenuti relativi all'avvocatura e un tuo profilo personale di cui dovrai avere la massima cura.

Molti, per evitare che i clienti sbircino nella loro vita privata, restringono la privacy del profilo, questo però potrebbe creare ancora più curiosità nei tuoi potenziali clienti.

Il miglior modo per gestire questo social è allora quello di avere un profilo pubblico attraverso cui dare un'immagine di te rassicurante e se proprio vuoi avere un profilo in cui condividere qualcosa che va 'sopra le righe' puoi aprire un doppio profilo con un nome modificato che sia riservato solo ai tuoi veri amici.

Nel momento in cui sarai su Facebook devi essere consapevole che i clienti potranno utilizzare questo canale per contattarti o per dirti qualcosa pubblicamente e pertanto dovrai monitorare costantemente la pagina e il profilo e assicurarti che messaggi lesivi per la tua pubblicazione non siano pubblicati.

Una volta che avrai curato la tua presenza su Facebook potrai passare all'uso di altri social, in partolare Linkedin, Youtube e Twitter.

La tua presenza su LinkedIn

LinkedIn si può definire la versione professionale di Facebook.
Se quest'ultimo è infatti utilizzato prevalentemente a scopo ludico, LinkedIn è frequentato a scopo lavorativo.

Le metodologie di interazione appaiono diverse proprio perché differenti sono gli scopi degli utenti che popolano le due community.

Se Facebook ti permette di arrivare ad una massa di persone, LinkedIn ti dà la possibilità di raggiungere meno utenti che però con più alta probabilità sono alla ricerca di servizi professionali.

In altre parole LinkedIn può risultare più efficace soprattutto se la tua attività di avvocato si rivolge ad aziende e ad altri professionisti.

Perché la tua presenza su LinkedIn sia efficace devi curare nel dettaglio il tuo curriculum e fare in modo che sia appetibile per quanti ricercano un legale.

Puoi a tua volta utilizzare questo social come strumento per entrare in contatto con colleghi e professionisti con cui desideri costruire una rete di collaborazioni.

Dal punto di vista delle sponsorizzazioni LinkedIn ha costi più elevati che tuttavia si ripagano bene se la tua potenziale clientela non è costituita da privati, ma da aziende. 

LEGGI ANCHE: LinkedIn: uno strumento necessario per l’attività forense

La tua comunicazione video, perché avere un canale YouTube

Per gli avvocati e in generale per quanti operano nel mondo dei servizi, la comunicazione video è molto importante.

Chi sceglie di affidarsi a te, soprattutto conoscendoti solo online, ha bisogno di strumenti che gli consentano di stabilire un rapporto di fiducia

A questo scopo il video rappresenta un ottimo veicolo. Il potenziale cliente avrà modo di vederti, di sentirti parlare, di sapere dalle tue parole quali sono i servizi che offri e come intendi affrontare i loro casi.

La comunicazione video rappresenta quindi un modo di farti conoscere e creare familiarità con il potenziale cliente. Puoi caricare questo tipo di contenuto su Facebook, su LinkedIn ed anche sul tuo sito. 

Il modo migliore per gestire la comunicazione video però è l'utilizzo di un canale YouTube. 

Dal punto di vista tecnico questo ti permette di non appesantire il tuo sito e quindi di non essere penalizzato dai motori di ricerca che tendono a favorire i portali più leggeri. 

Sul piano strategico, il canale YouTube offre il vantaggio di essere un altro strumento di accesso ai tuoi contenuti che si rafforza nel tempo. 

Twitter e gli altri social 

Twitter e gli altri social

Twitter e sicuramente meno efficace di Facebook, può tuttavia rappresentare un modo per raggiungere gli utenti. È un social su cui la comunicazione è particolarmente stringata e può essere utile per rapide comunicazioni sulle ultime novità.

La comunicazione su Twitter deve senz'altro essere integrata con quella degli altri social. Molti ad esempio lo uscano per linkare post più approfonditi che hanno creato su Facebook.

Oltre a Facebook, LinkedIn e Twitter sono tantissimi gli altri social disponibili online, ma la loro efficacia è minima per chi offre servizi legali.

Non ha senso ad esempio essere su Instagram, contenitore pensato per una comunicazione esclusivamente visiva inutile ai fini di che offre consulenza. 

Lavorare efficacemente per avere una buona reputazione web

Ora che hai una panoramica esaustiva dei social che puoi utilizzare per promuovere la tua consulenza legale, devi sapere che esserci non basta. È necessario che la presenza sia efficace e che i messaggi comunicati siano coerenti con le strategie che utilizzi offline. 

Essere sui social ti espone infatti ai commenti di chi ha interagito con te e se il tuo studio legale è poco efficiente corri il concreto rischio che i tuoi utenti scrivano recensioni negative sulla tua pagina o post sgraditi sia sul tuo profilo sia come commenti ai tuoi post.

Per evitare tutto questo devi fare in modo che i tuoi clienti siano davvero soddisfatti dei tuoi servizi. Perché ciò accada puoi lavorare con sistemi di qualità a tuo servizio in grado di facilitare il lavoro e renderlo efficace, efficiente e rapido.

A questo scopo puoi aiutarti con le potenzialità che la rete offre ad esempio usando gestionali pensati proprio per avvocati.

LEGALDESK è sicuramente uno dei migliori software presenti sul mercato. Permette di organizzare tutte le fasi della tua attività in maniera semplice, intuitiva e veloce.

Potrai gestire facilmente la posta, l'agenda, la contabilizzazione e le attività. Ti consente inoltre di generare atti in automatico, importare documenti Polisweb e gestire le spese, l'anticipazione diritti e di creare preventivi e fatture dalle voci contabili.

Lavorare con LEGALDESK ti consente di essere rapido ed efficace e clienti soddisfatti lasceranno commenti di approvazione per la tua attività e contribuiranno a migliorare la tua reputazione web.

La soddisfazione della tua clientela sarà sempre lo strumento più efficace di ogni altro social, per questo devi aiutarti con LEGALDESK.

Clicca su Mi piace!


Categoria

Marketing avvocato

ARTICOLI CONSIGLIATI


Scopri nel video come gestire al meglio il tuo studio legale

La registrazione è stata effettuata, a breve verrà verificata dallo staff.

Riceverai l'email di accesso da cui potrai scaricare LEGALDESK.

Ora verrai rediretto alla home page.