Marketing per l'avvocato: le 4C di strategia


All'avvocato si richiede non semplicemente di fare il proprio lavoro nello studio e in aula, ma di mettere a punto una vera e propria strategia di marketing. In caso contrario il rischio è quello di finire fuori dal mercato

Avere successo come avvocato richiede bravura nel settore, ma non solo, infatti, è necessaria anche una buona strategia di marketing.

Ecco in sintesi le 4C per una buona strategia: Competenza, Consapevolezza, Connessione, Collaborazione.

Evoluzione della professione forense e la strategia di marketing

Evoluzione della professione forense e la strategia di marketing

Il mondo dell'avvocatura oggi presenta molte problematiche, infatti il gran numero di legali presenti ha portato ad una competizione spietata e spesso è davvero difficile riuscire ad avere un reddito che permetta di continuare nell'attività.

Proprio per questo rispetto al passato all'avvocato si richiede non semplicemente di fare il proprio lavoro nello studio e in aula, ma di mettere a punto una vera e propria strategia di marketing. In caso contrario il rischio è quello di finire fuori dal mercato.

Ovviamente chi ha una formazione giuridica e ha passato il suo tempo su libri di diritto e in studio a lavorare può trovare difficile un approccio innovativo che preveda anche un'azione di marketing.

Ecco perché si rende utile avere un supporto nell'elaborare una strategia e questa può essere sintetizzata in 4C Competenza, Consapevolezza, Connessione, Collaborazione.

Marketing per avvocato: Competenza

La prima C per un marketing di successo è ovviamente quella della Competenza. Un avvocato può porre in essere strategie sofisticate, può anche investire molto economicamente sulla strategia, ad esempio facendosi aiutare dai migliori SEO per ottimizzare la presenza in rete, ma se non ha competenza da spendere, difficilmente potrà avere successo.

Competenza vuol dire studio costante, umiltà, impegno. La maggior parte degli avvocati se lavora da solo cerca di specializzarsi in un unico settore, ad esempio civile, penale, tributario, diritto del lavoro, mentre gli studi associati riescono a mettere insieme un'offerta che riesce a coprire a 360° diversi settori.

Se si è specializzati in un unico settore è bene seguire seminari di approfondimenti, master, corsi di formazione specifici. Questi offrono la possibilità di avere sempre competenze aggiornate e anche di confrontarsi con chi opera nello stesso settore, senza però la competizione di solito presente nelle aule del tribunale.

Le competenze devono essere abilmente messe in mostra. Si deve fare in modo che altre persone ne abbiano conoscenza in modo da diventare un vero e proprio pilastro del settore, quindi un professionista a cui le persone possono affidarsi quando si trovano di fronte a determinati problemi.

Non basta il passaparola, almeno nell'era digitale in cui qualunque persona prima di recarsi nello studio di un avvocato va a ricercare il profilo online del professionista per capire se è affidabile e competente. Ecco perché è bene sviluppare servizi in rete, di questi si parlerà in seguito.

Per avere competenze adeguate è bene anche mettersi in discussione e quindi avere la costante curiosità di verificare se sono state emesse sentenze particolarmente significative e che possono fare scuola nel settore.

LEGGI ANCHE: Come trasformare le tue parole in soldi

Le 4C di una strategia di marketing legale: Consapevolezza

Le 4C di una strategia di marketing legale: Consapevolezza

La seconda C importante nel marketing rappresenta la Consapevolezza. Cosa vuol dire per un avvocato essere consapevoli? Essere consapevoli vuole dire conoscere se stessi e il mondo che circonda il proprio studio legale.

In particolare è bene capire quali siano i propri punti di forza e le proprie debolezze. I primi debbono essere abilmente sfruttati per attirare a sé nuova clientela, i punti deboli devono invece essere affrontati. Bada bene, non devi nascondere i punti deboli, ma devi fare in modo che questi possano trasformarsi in nuove potenzialità.

Se il tuo studio legale è ubicato in una zona economicamente depressa e che non è in grado di suscitare interesse, magari perché lontano dall'area circostante i tribunali, devi fare in modo di creare interesse puntando su altri fattori, ad esempio l'accoglienza dei clienti, la cordialità, la disponibilità a spiegare bene dove si trova lo studio in modo che sia facilmente raggiungibile. Questo è solo un esempio.

La Consapevolezza implica anche capacità di analizzare il mercato. Infatti in base alla zona può essere opportuno specializzarsi in un determinato settore piuttosto che in un altro.

In una zona economicamente evoluta e ricca di imprenditori, ad esempio, può essere opportuno specializzarsi nel recupero crediti.

Occorre anche analizzare gli studi concorrenti e quindi se manca una determinata specializzazione cercare di puntare su tale settore.

Ad esempio se ci sono molti avvocati nella zona in cui è ubicato il proprio studio, bisogna comunque considerare quali settori sono coperti in modo minoritario, quello potrebbe essere un mercato da scoprire.

Per realizzare grafici approfonditi oggi non è più necessario avere competenze digitali elevate, basta un po' di pazienza nella raccolta dati e una volta inseriti in programmi specifici, il grafico viene fuori da solo.

Per un piano di marketing ben sviluppato è opportuno anche conoscere bene i propri avversari, ovvero gli studi concorrenti, in modo da proporre un qualcosa in più o di differente e quindi riuscire a collocarsi sul mercato e ritagliare spazi importanti.

Connessione in una strategia di marketing

La terza C riguarda la Connessione. In questo campo c'è la vera e propria novità.

Cosa vuol dire connessione?

Non basta semplicemente avere a disposizione internet, ma fare in modo che internet sia una risorsa sfruttata in tutte le sue potenzialità.

Se sei un avvocato già sai che c'è stata la svolta telematica del processo, questo ha portato ad una riduzione del tempo perso per fare la fila nelle cancellerie dei tribunali.

Le potenzialità sono però davvero tante, infatti per adempiere agli obblighi derivanti dall'introduzione del processo telematico è necessario avere a disposizione un software gestionale compatibile. Ora ne sono disponibili diversi, ma non tutti hanno le stesse potenzialità.

Ad esempio utilizzando Legaldesk, oltre a poter svolgere i diversi atti processuali, avrai la possibilità anche di fare un buon marketing. Legaldesk mette a disposizione una piattaforma semplice e intuitiva da usare quindi anche per chi muove i primi passi tutto diventa più facile.

Legaldesk consente di avere sempre a portata di mano su più dispositivi in condivisione l'agenda, ma anche parcelle e pratiche. Questo vuol dire che in ogni momento è possibile avere a disposizione tutti i documenti che possono rivelarsi utili.

Si tratta di uno strumento evoluto che consente anche di realizzare grafici e quindi di analizzare il proprio mercato cercando di scoprire i punti di forza dello studio e i punti deboli e di conseguenza elaborare una strategia di marketing mirata.

Il software Legaldesk consente anche di creare preventivi e fatture quindi con un unico strumento si possono gestire diversi aspetti del proprio studio legale. Il notevole risparmio di tempo che si ha con la gestione attraverso il software consente di concentrarsi anche su altri aspetti.

Connessione non vuol dire solo software di gestione, vuol dire anche mettere a punto una strategia mirata per farsi conoscere dal più ampio numero di persone. Questo può essere fatto anche attraverso un sito internet dedicato allo studio legale o attraverso un blog, strumento forse tecnicamente più semplice da utilizzare per molte persone.

Il sito può essere utilizzato per esprimere pareri legali, commentare sentenze, parlare del proprio lavoro. In questo modo sarà data l'immagine di uno studio legale solido gestito da professionisti qualificati.

I canali internet per raggiungere le persone non finiscono qui, possono essere sfruttati anche i social network ormai conosciuti e utilizzati da tutti. I social sono un mezzo con il quale fare pubblicità, raggiungere persone potenzialmente interessate ad usufruire dei servizi messi a disposizione e trasmettere la propria competenza.

Possono essere usati per condividere i contenuti del sito in quanto hanno un bacino d'utenza potenzialmente più ampio dei siti internet non collegati ai social. Tra i sistemi di connessione molto sfruttati infine vi è whatsapp.

I messaggini infatti sono sempre più utilizzati dalle persone perché consentono di contattare l'avvocato senza però disturbarlo mentre è in udienza o sta parlando con un cliente, infatti, una chiamata potrebbe essere più imbarazzante.

Rispetto al tradizionale SMS non ha limiti di lunghezza e quindi viene considerato uno strumento più comodo.

Ecco perché è bene avere un contatto ed utilizzarlo anche per mostrare la propria disponibilità.

LEGGI ANCHE: Marketing automatico: nuovi clienti per l'avvocato online

Stategia di marketing efficace? Collaborazione

Resta la quarta C per una strategia di marketing di studio legale che corrisponde a Collaborazione. Quando si ha uno studio legale è difficile riuscire a fare tutto da soli, c'è bisogno di un aiuto per affrontare udienze, appuntamenti, gestione dello studio.

La scelta dei collaboratori è molto importante perché determina il successo di uno studio legale. Il personale deve essere scelto tenendo in considerazione competenza, affidabilità, cordialità con i clienti, ma anche la capacità di essere discreti.

Questo implica che un buon collaboratore è tale se è possibile dirgli tutto con la certezza che niente di quello che viene detto in studio sarà reso noto fuori da quel luogo. Questo è necessario a protezione dei clienti che potrebbero confidare all'avvocato fatti che non vogliono far conoscere all'esterno.

Per avere buoni collaboratori è necessario anche essere propensi a buone collaborazioni: è necessario che ci sia piena fiducia nei confronti di chi entra nello studio per lavorare, solo in questo modo è possibile instaurare un rapporto di totale fiducia.

Le collaborazioni sono importanti non solo all'interno, ma anche all'esterno. Infatti, per un avvocato che non lavora in studio associato è importante sviluppare collaborazioni con altri professionisti specializzati in settori diversi dal proprio.

Questo perché se arriva un cliente che da sempre si avvale dei tuoi servizi ma ti parla di un problema che non puoi affrontare perché le tue competenze in tali materie sono limitate, devi poter consigliare un professionista serio a cui rivolgersi.

In questo modo il rapporto di fiducia si perpetua nel tempo.

Matteo Migliore - Fondatore di LEGALDESK

Mettiti in contatto su LinkedIn

Cerchi PCT Enterprise?

LEGGI QUI

Clicca su Mi piace!


Categoria

Marketing avvocato


ARTICOLI CONSIGLIATI


Scopri nel video come gestire al meglio il tuo studio legale

La registrazione è stata effettuata, a breve verrà verificata dallo staff.

Riceverai l'email di accesso da cui potrai scaricare LEGALDESK.

Ora verrai rediretto alla home page.