LinkedIn: uno strumento necessario per l’attività forense


Un social network dedicato al mondo del lavoro che riproduce virtualmente le dinamiche di una rete di professionisti, uno strumento utile per fare marketing ed aumentare il parco clienti

Negli anni novanta abbiamo assistito alla nascita e alla conseguente diffusione di Internet e delle nuove tecnologie che, hanno assunto un ruolo importantissimo, modificando i rapporti sociali, con notevoli conseguenze in ogni ambito della vita sociale, tanto che internet è diventato uno strumento di comunicazione di massa, indispensabile nella vita di tutti i giorni.

Sicuramente “i social network” sono il frutto più diffuso di questa rivoluzione virtuale.

LinkedIn e avvocati

LinkedIn avvocati

LinkedIn è un social network , dedicato al mondo del lavoro attraverso il quale si può cercare un nuovo impiego. Esso è un vero e proprio strumento professionale, che riassume in sé le caratteristiche sia dei social network sia dei network legali, ma che da questi si distingue per la grande libertà d’espressione, e soprattutto perché riproduce le dinamiche che ci sono, o dovrebbero esserci, in una rete di professionisti.

Un avvocato può instaurare relazioni con altri avvocati (ad esempio i domiciliatari), ma può anche connettersi a persone che svolgono altre professioni (che potrebbero avere bisogno di loro), partecipare alle discussione nei gruppi relativi alle materie di attività e lasciare feedback sulle persone con cui ha lavorato.

Tuttavia, anche se il numero di avvocati è in continuo aumento, sono pochi quelli che sfruttano appieno il potenziale di LinkedIn, uno strumento valido per fare marketing.

Molti non sanno cosa fare oltre a pubblicare un profilo, rispondere agli inviti e, occasionalmente, inviare agli altri dei link; non si preoccupano di fare altro e raramente mantengono i contatti con coloro che appartengono al proprio network.

Creare un profilo su LinkedIn è facile e totalmente gratuito (proprio come Facebook), ma crearne uno “efficace” è un pochino più complicato. Un profilo efficace è quello che viene visualizzato tra i primi quando un potenziale cliente, utilizzando una funzione specifica di LinkedIn, cerca un avvocato nella vostra provincia, senza specificare altro.

L’obiettivo fondamentale per avere un profilo efficace è raggiungere una percentuale completa del proprio profilo. Il profilo su LinkedIn è un vero e proprio curriculum per cui deve contenere tutto ciò che di fondamentale avete fatto nella vostra vita e nella vostra carriera, dal titolo di studio agli eventuali corsi di formazione.

Per ogni esperienza è importante mettere i riferimenti esatti, in quale università, in quale studio legale, da quale data a quale data, cosa che tornerà utile anche per altre funzioni avanzate. È possibile inserire nel profilo anche le proprie pubblicazioni e, se ne avete, premi. Fatto ciò avete soltanto quello che si dice una “pagina vetrina” statica, il passo successivo è la creazione di una rete di contatti.

LinkedIn per lo studio legale

LinkedIn consiglia di creare una rete di contatti professionali innanzitutto con i propri amici e colleghi d’università, e se non hanno ancora un profilo invitateli a farlo, e poi mettetevi in contatto. Successivamente grazie alla completezza del profilo, all’immagine che date (un professionista con molti contatti ha un’immagine migliore di uno con 10 contatti o meno).

Innanzitutto iscrivetevi in un gruppo “aperto”, per esempio quello della vostra università, o uno dei tanti tra avvocati, o uno che vi piace; potreste anche crearne uno voi, ma ai fini di quello che vogliamo fare all’inizio non serve.

Una volta diventato membro potrete vedere l’elenco totale dei membri, e quindi contattare chi volete.

Un altro strumento da non sottovalutare è la segnalazione, da fare e da ricevere. Sostanzialmente si tratta di una “raccomandazione virtuale” che qualcuno fa di voi (o viceversa) e che compare sul vostro profilo (aumentando sia la percentuale di completamento sia il vostro “ranking”, ossia il posizionamento del profilo nel motore di ricerca interno).

Anche in questo caso LinkedIn richiede estrema precisione, perché pretende che debba essere fatta da qualcuno che, in teoria, vi conosce bene, per cui il “segnalante” deve dire dove e quando vi ha conosciuto (per esempio un collega dello studio dove facevate pratica), e le esperienze devono coincidere nel profilo di entrambi: se avete lavorato nello stesso studio, ma in anni diversi, per LinkedIn non vi conoscete.

Importante è sicuramente partecipare attivamente alle discussioni, fatevi notare, aggiornate il profilo, pubblicate articoli, integrate l’indirizzo del vostro profilo pubblico sul vostro sito, o sui vostri altri profili (se ne avete), e aumenterete il numero di visite.

LEGGI ANCHE: Il marketing per avvocati, tecniche e vantaggi del web marketing.

LinkedIn riassume in sé le caratteristiche di social network, legal network e motore di ricerca, tutto integrato in un sistema che ricrea le dinamiche tipiche di una rete (vera, non virtuale) tra professionisti: l’amicizia tra colleghi d’università, i rapporti tra colleghi di tribunale, le distinzioni tra le varie specializzazioni, le associazioni forensi ecc…

Alla luce di quanto detto è chiaro che l’importanza di utilizzare i Social Network per la professione forense sta crescendo di giorno in giorno. LinkedIn può essere considerato uno dei social network più indicati per promuovere l’attività di consulenza legale.

Avere un profilo accattivante e convincente risulta, quindi, di fondamentale importanza per convincere un potenziale Cliente a contattarti. Ma attenzione ricordiamo che la presenza on line come avvocato deve sempre trasmettere le qualità “tipiche” del bravo avvocato: competenza, preparazione, decoro.

Quando si tratta di fornire informazioni sulla propria attività professionale, è necessario farlo in maniera trasparente, non ingannevole, valorizzando la effettive competenze e non millantando specializzazioni, che oggi non è ancora possibile acquisire in un percorso di formazione qualificato.

LinkedIn ti aiuta a creare la tua immagine, il tuo personal brand.

Matteo Migliore - Fondatore di LEGALDESK

Mettiti in contatto su LinkedIn

Cerchi PCT Enterprise?

LEGGI QUI

Clicca su Mi piace!


Categoria

Marketing avvocato


ARTICOLI CONSIGLIATI


Scopri nel video come gestire al meglio il tuo studio legale

La registrazione è stata effettuata, a breve verrà verificata dallo staff.

Riceverai l'email di accesso da cui potrai scaricare LEGALDESK.

Ora verrai rediretto alla home page.