Avvocato: come farsi sentire in un mondo assordante?


In Italia al 1° gennaio 2018 si calcola siano presenti 4 avvocati ogni 1000 abitanti. Una situazione affollata. Ecco come farsi sentire in un mondo così assordante

Tempo di lettura: 12 minuti



Il numero degli avvocati in Italia è in costante crescita, si calcola che dal 1985 ad oggi ci sia stato un incremento del 500% del numero di avvocati.

Come riuscire a sopravvivere in un mondo così assordante?

Avvocati in Italia, un mondo!

Avvocati in Italia, un mondo!

In Italia al 1° gennaio 2018 si calcola siano presenti 4 avvocati ogni 1000 abitanti, nel 1996 c'era invece un avvocato ogni 1000 abitanti.

Le regioni in cui è presente il maggior numero di avvocati sono quelle del Sud Italia, il record è in Campania, seguono Lazio, Sicilia e Puglia. La regione che però ha un più elevato rapporto abitanti/avvocati è la Calabria, qui infatti vi sono 7 avvocati ogni 1000 abitanti.

Cosa attiri di questa professione non è dato sapere, potrebbe essere il prestigio della toga, unita magari all'illusione di poter avere dei guadagni importanti. L'elevato numero di avvocati in Italia ha portato anche ad una notevole contrazione dei redditi.

In media si osserva che il reddito annuo di un avvocato è di 38.437 euro, ma ovviamente vi sono professionisti con redditi molto più alti e altri con redditi al limite della sopravvivenza.

Deve però essere sottolineato che non sempre ad un basso reddito corrisponde una scarsa bravura o professionalità, spesso sono le situazioni contingenti o la scarsa abilità nel fare marketing a determinare il reddito basso. Come farsi sentire in un mondo così assordante?

Perché è difficile farsi notare nel mondo dell'avvocatura?

Spesso inserirsi nel mondo dell'avvocatura è davvero difficile perché, passato l'esame di Stato diventa essenziale iniziare a trovare dei clienti per riuscire ad avere un reddito. Non sempre si riesce ad essere inseriti in uno studio legale avviato e questo di sicuro non aiuta.

Ovviamente quando si è giovani le persone hanno poca fiducia perché prima di affidare affari importanti a una persona vogliono capire se è seria e professionale.

Difficoltà a restare a galla vi sono anche per coloro che vantano anni di esperienza perché spesso fanno fatica ad adeguarsi alle nuove tecnologie e rischiano di essere scalzati da avvocati più abili nel presentarsi ai potenziali clienti.

Per farsi sentire in un mondo così assordante è molto importante sfruttare le nuove tecnologie per farsi notare e offrire ai potenziali clienti quel qualcosa in più che può portare a scegliere porprio te.

Essere riconoscibili è molto importante, proprio per questo fin dagli esordi del proprio studio legale è bene creare un brand che può essere o meno basato sul proprio nome. 

LEGGI ANCHE: Come trasformare le tue parole in soldi

Il segreto? Formazione continua

Il primo errore da fare è concentrarsi su un marketing stile saldi al negozio di abbigliamento. Da un professionista ci si aspetta di più, ecco perché al marketing deve corrispondere anche tanta sostanza.

Occorre in primo luogo non dimenticare l'importanza della formazione continua.

Se si ha la fortuna di restare nell'ambito accademico tutto è più facile perché l'università ancora viene riconosciuta come un luogo di prestigio e di conseguenza lavorare al fianco di docenti porta fiducia e clienti. Se non si ha questa opportunità è bene comunque continuare a studiare nella scelta della formazione post-universitaria è bene tenere in considerazione diversi fattori.

Insomma non si può scegliere un master, un corso di formazione o un dottorato a caso. Si deve tenere in considerazione la propria passione e l'offerta formativa disponibile, ma anche il settore nel quale, in base all'ubicazione del proprio studio legale, è più facile inserirsi.

Ad esempio se in zona non vi sono avvocati specializzati nelle procedure concorsuali o fallimentari, o comunque vi sono pochi professionisti specializzati in tale settore, è bene cercare di occupare questo spazio. Soprattutto se nella stessa zona vi sono molte imprese o comunque soggetti che potrebbero trarre beneficio da tale specializzazione.

Questo è solo un esempio.

Un'altra buona strategia è cercare una formazione approfondita in tutti quei settori coinvolti da importanti riforme legislative, come ad esempio è avvenuto nel diritto di famiglia. 

Offrire servizi diversificati

La notevole mole di leggi presenti nel nostro ordinamento spesso crea molta confusione, soprattutto in coloro che lavorano in ambiti molto diversi rispetto alla legge e si trovano però a dover applicare normative frequentemente scritte in modo poco chiaro.

Le persone però spesso quando hanno un dubbio su atti che stanno per compiere e sulla loro legalità, non sanno a chi rivolgersi perché negli studi legali a volte si dà la preferenza alle attività giudiziali.

Per un avvocato che vuole farsi sentire in un mondo assordante è molto importante dedicare del tempo anche alle consulenze.

In particolare sono molto richieste le consulenze in ambito commerciale, diritto delle imprese, fiscale e tributario. In queste materie infatti è facile cadere in errore e le conseguenze possono essere molto gravi.

Un altro ambito in cui può essere utile avere delle consulenze, che non devono per forza sfociare in atti giudiziari, è il diritto di famiglia e delle successioni.

Avvocato è importante farsi conoscere in modo adeguato

Avvocato è importante farsi conoscere in modo adeguato

Una volta conquistata l'agognata meta della formazione ad elevata specializzazione è bene comunicare tali conoscenze. Non basta aggiornare il proprio bigliettino da visita e il proprio curriculum perché spesso questi hanno poca visibilità.

Il segreto è sfruttare la rete.

Oggi qualunque persona prima di andare da un professionista, cerca in rete informazioni.

Il passaparola non basta più, se anche un amico parla bene di un avvocato, tutti vanno sui motori di ricerca e inseriscono nome e cognome per avere informazioni: è un po' come prendere familiarità con il professionista con cui si parla.

Solitamente si evitano anche persone che sembrano eccessivamente fredde e austere, si vuole un professionista qualificato con cui però sia facile interfacciarsi.

Ecco perché nella propria presenza in rete occorre curare anche questo aspetto. A volte basta un sorriso in foto, una frase chiara e semplice, uno sfondo per la foto con colori decisi. 

Realizzare un sito internet

Per farsi sentire in un mondo assordante senza rischiare di essere travolti è bene agire in duplice modo. In primo luogo è possibile avere un sito internet, può bastare anche un blog, strumento di sicuro più facile da gestire, in cui si espongono i casi trattati, ovviamente rendendo irriconoscibili i soggetti coinvolti.

Si possono scrivere articoli tematici di approfondimento e infine, condividere sentenza particolarmente importanti o curiose della Corte di Cassazione. Un sito fatto così può però essere difficile da raggiungere per gli utenti, ecco perché è bene collegare il sito a pagine social.

Le pagine social arrivano a tutti, cioè a chi ha un elevato livello culturale e ha voglia di approfondire la conoscenza del professionista andando a scrutare il suo lavoro e alla persona che, invece, si limita a guardare come l'avvocato appare.

In questo modo è possibile captare almeno due tipologie di clienti. Per un lavoro di sicuro successo è possibile farsi affiancare da professionisti della rete che conoscono le regole della comunicazione attraverso tale canale.

La newsletter, strumento per l'avvocato

Qualche attenzione in più può essere dedicata a coloro che già sono clienti. A costoro è possibile inviare newsletter periodiche attraverso l'indirizzo e-mail in cui vengono informati delle novità riguardanti lo studio o altre semplici piccole attenzioni che possano far capire quanto sia importante il cliente.

Un mezzo comunemente usato è anche whatsapp, ma in questo caso fai attenzione a scegliere comunicazioni brevi e incisive, senza abusare di questo strumento. Puoi usarlo per fare gli auguri durante le festività, facendo attenzione a contenuti che siano il più possibile laici in modo da non urtare la sensibilità di clienti appartenenti a minoranze religiose.

Ovviamente leggendo tutte queste notizie puoi essere travolto e pensare: ma se devo studiare, seguire i casi tenendo in considerazione sia l'attività in studio sia l'attività in udienza, se devo gestire tutte le incombenze burocratiche, dove trovo tempo ed energie per gestire un sito internet e i social?

La domanda non è sbagliata, ma la soluzione è abbastanza semplice, cioè adottare un gestionale che consente di gestire l'attività professionale in modo da risparmiare anche tempo. 

LEGGI ANCHE: Marketing automatico: nuovi clienti per l'avvocato online

Recupera tempo con un gestionale per studio legale

Un gestionale evoluto come Legaldesk è in grado di supportare l'avvocato nelle sue diverse attività, infatti, consente, come previsto dalla legge, il deposito telematico e il prelievo telematico di molti atti processuali.

Questo evita le file in cancelleria e di conseguenza ogni giorno fa risparmiare ore di lavoro, tempo che può essere speso per curare la propria immagine di professionista.

Non solo questo.

Legaldesk non è un gestionale base, non si tratta quindi di un software che semplicemente consente di adempiere agli oneri previsti per legge, ma consente di fare di più, ad esempio consente di inserire e schedare i vari clienti.

In questo modo è possibile stilare delle classifiche sulle esigenze dei clienti più importanti, o meglio l'incidenza di cause in un determinato settore e quindi la necessità di approfondire le proprie conoscenze proprio in questo settore.

Dall'inserimento dei dati dei clienti sul gestionale consegue la possibilità di inviare loro delle newsletter. Se proprio vuoi distinguerti dagli altri professionisti, puoi catalogare i clienti per argomenti in modo che ad ognuno invii esclusivamente informazioni che possono essergli utili.

Si tratta di una piccola attenzione molto apprezzata perché evita di essere catalogati dai clienti come spam, cosa che accade quando si eccede nelle comunicazioni a fini commerciali. 

Legaldesk consente di gestire anche la fatturazione e di realizzare preventivi, il tutto riducendo il ricorso al commercialista con un risparmio di denaro e di tempo.

Nonostante tutte queste opportunità offerte, Legaldesk è semplice e intuitivo da utilizzare quindi se anche non hai particolare dimestichezza con la tecnologia potrai ottenere il massimo da questo gestionale.

Matteo Migliore - Fondatore di LEGALDESK

Mi trovi su LinkedIn

Clicca su Mi piace!


Categoria

Marketing avvocato

ARTICOLI CONSIGLIATI


Scopri nel video come gestire al meglio il tuo studio legale

La registrazione è stata effettuata, a breve verrà verificata dallo staff.

Riceverai l'email di accesso da cui potrai scaricare LEGALDESK.

Ora verrai rediretto alla home page.